Tecnico Competente in Acustica Roma

Il Tecnico in acustica ambientale è in grado di effettuare misurazioni e valutazioni del rumore in ambienti di lavoro, abitazioni e spazi esterni, di classificare acusticamente i territori e di redigere piani di risanamento acustico svolgendo le relative attività di controllo.

Ing. Luciano LacroceTecnico Competente in Acustica Ambientale – 

Info e Contatti :  Tel.: 06 92958062 – Cell.: 3279988190 –

Visita google maps

Si occupa di:  

Valutazione di impatto acustico e rilascio del nulla osta acustico

La Valutazione di Impatto Acustico Ambientale (V.I.A.A.) è disciplinata dalla Legge 447 del 26 ottobre 1995 e riguarda tutte le attività produttive ed esercizi pubblici che dispongono di apparecchi rumorosi. Grazie alla valutazione di impatto acustico è possibile determinare se l’opera in questione rispetta i limiti di emissione ed immissione sonora dell’area prescelta, e delle zone ad essa adiacenti. Se sei il titolare di un bar, di un ristorante, di un locale o di una discoteca e ti hanno richiesto la relazione di impatto acustico, rivolgiti a me sono in grado di fornire questo servizio in tempi rapidissimi, con professionalità e a costi decisamente competitivi.

Valutazione clima acustico (Legge 447/95)

La valutazione previsionale di clima acustico viene richiesta in base all’articolo 8 della legge quadro sull’inquinamento acustico n.447/95, la relazione conclude uno studio con misure fonometriche che analizzi il clima, ovvero ‘fotografi’ la situazione del livello sonoro esistente in un’area specifica e faccia una serie di verifiche tecniche. E’ un documento che viene richiesto e redatto in fase di progettazione dell’opera, ovvero durante l’iter amministrativo di concessione o autorizzazione, allo scopo di verificarne la compatibilità acustica con il contesto urbano in cui andrà a collocarsi.

Verifica e taratura degli impianti elettroacustici di diffusione sonora (DPCM 215/99)

Il Decreto suddivide gli impianti in “inidonei” e ”potenzialmente idonei” a superare i limiti consentiti. Bar, piano-bar, cinema, ristoranti, centri commerciali, locali in genere nei quali la musica è di sottofondo: in genere sono dotati di impianti probabilmente inidonei a superare i limiti, o che non vengono mai regolati in maniera tale da superare i limiti. Pub, disco-bar, night-club sono locali dotati di impianti probabilmente idonei a superare il limite LAeq = 95 dBA. Le discoteche sono locali dotati di impianti idonei a superare i limiti e in cui, per il tipo di trattenimento, è reale il rischio di superamento degli stessi.

Risanamento acustico dei locali pubblici (Legge 447/95)

Per la gestione di un nuovo pubblico esercizio, il Comune richiede la valutazione previsionale di impatto acustico. Questo studio è finalizzato a verificare se i rumori prodotti dalla nuova attività sono conformi con i limiti di legge.
Se sei il titolare di un bar, di un ristorante, di un locale o di una discoteca e ti hanno richiesto la relazione di impatto acustico, puoi rivolgerti a me per fornire questo servizio in tempi rapidissimi, con professionalità e a costi decisamente competitivi.

Valutazione dei requisiti acustici passivi degli edifici (DPCM 5/12/97)

Il rispetto dei requisiti di isolamento acustico indicati dalla legge ( DPCM 5 dicembre 1997 ) non può prescindere da una corretta ed attenta progettazione acustica. Non mi limito a verificare la prestazione di isolamento acustico dell’edificio ma affianco i progettisti nella scelta delle strutture e dei materiali da utilizzare, fornendo indicazioni precise e dettagliate sull’esecuzione dei giunti e dell’isolamento degli impianti.

Valutazione delle immissioni di rumore nella proprietà privata (art. 844 c.c.)

Valutazione dell’Esposizione al Rischio Rumore (D.Lgs. 81/08)

L’articolo 2 della Legge Quadro sull’inquinamento acustico (Legge 447/95) istituisce di fatto la figura professionale del Tecnico Competente in Acustica e ci informa su come diventare tecnico acustico. Secondo la legge quadro sull’inquinamento acustico (Legge 447/95) e’ definita tecnico competente in acustica la figura professionale idonea ad effettuare le misurazioni, verificare l’ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti norme, redigere i piani di risanamento acustico, svolgere le relative attività’ di controllo.

Quali sono gli sbocchi lavorativi per un Tecnico Competente in Acustica? Per quale motivo un professionista potrebbe essere interessato a scoprire come diventare tecnico acustico?

Gli incarichi che un Tecnico Competente in Acustica, e solo lui, può svolgere sono:

In cosa consiste il lavoro del Tecnico acustico?

A prescindere da quale sia il campo di attività in cui il tecnico è chiamato ad operare vi sono delle fasi del lavoro imprescindibili. Prima fra tutte è la fase strumentale: gli indici ed i valori che la legge impone di rispettare riguardo al rumore non sono valutabili in alcun modo se non con l’ausilio di una specifica strumentazione tecnica abbinata a software di post-elaborazione dei risultati. Quindi il tecnico deve “necessariamente” fare un certo numero di misure fonometriche. Il Tecnico Competente in acustica, dopo le misure strumentali, deve poter esportare le informazioni registrate su un elaboratore dal quale avviare il software di post-elaborazione. In tal modo il tecnico interpreta i dati in suo possesso e si predispone ai calcoli necessari. Tali calcoli portano a quei risultati necessari per la redazione del documento tecnico finale in cui l’esperto certifica l’incarico svolto.

Come si diventa Tecnico Competente in Acustica?

I requisiti necessari all’ottenimento della nomina regionale di Tecnico Competente in Acustica sono specificati Legge Quadro sull’inquinamento acustico (Legge 447/95). Secondo questa legge il Tecnico competente deve essere in possesso di diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico o del diploma universitario ad indirizzo scientifico oppure di un diploma di laurea ad indirizzo scientifico. L’attività di tecnico competente può essere svolta previa presentazione di apposita domanda all’assessorato regionale competente in materia ambientale corredata da documentazione comprovante l’aver svolto attività, in modo non occasionale, nel campo dell’acustica ambientale o edile da almeno quattro anni.”

Dunque per diventare Tecnico Competente in Acustica bisogna innanzitutto essere in possesso di un diploma o di una laurea in indirizzo scientifico. Inoltre occorre documentare 4 anni (per i diplomati) o 2 anni (per i laureati) di incarichi specifici quali quelli elencati sopra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.