Dicembre 16, 2016

Ing. Luciano Lacroce

Il Tecnico Competente in Acustica Ambientale

Per iscriversi negli elenchi regionali è necessario presentare un’apposita domanda all’assessorato regionale competente in materia ambientale corredata da documentazione comprovante l’aver svolto attività, in modo non occasionale, nel campo dell’acustica ambientale da almeno quattro anni per i diplomati e da almeno due anni per i laureati o per i titolari di diploma universitario.
Le singole Regioni hanno legiferato in maniera differente in merito alle modalità di presentazione delle domande ed alle valutazioni delle stesse. Tutte le informazioni in merito possono essere reperite consultando i siti internet delle Regioni. In alcune Regioni l’aver partecipato a determinate tipologie di corsi di formazione in acustica contribuisce al raggiungimento del punteggio minimo.

Tecnico Competente in Acustica Ambientale

Il tecnico competente in acustica ambientale si occupa della valutazione d’impatto acustico e dello svolgimento delle perizie fonometriche.
valutando se l’attività che si intende avviare rispetta o meno i limiti di legge previsti dalla L.447/95 e di fatto determina il permesso o il divieto allo svolgimento dell’attività.

Contatti perizia acustica