Dicembre 8, 2016

Nulla osta acustico

Il nulla osta di impatto acustico è un documento rilasciato dal Comune ad ogni attività (discoteche, circoli privati, impianti sportivi e ricreativi e tutti i pubblici esercizi ove siano installati macchinari o impianti rumorosi, nonché le infrastrutture di trasporto) senza il quale non si dispone dell’autorizzazione ad inizio attività. Per ottenere il nulla osta da parte del Comune occorre compilare un modulo apposito. In alcuni casi va presentata anche una Valutazione di Impatto Acustico redatta da un Tecnico Competente in Acustica Ambientale.

Sono tenuti a presentare la Valutazione di Impatto Acustico redatta da un Tecnico abilitato tutte le attività quali discoteche, circoli privati, impianti sportivi e ricreativi e tutti i pubblici esercizi ove siano installati macchinari o impianti rumorosi, nonché le infrastrutture di trasporto, TRANNE le seguenti:

– Attività alberghiere e agroturistiche.(se non hanno musica)
– Attività di ristorazione collettiva e pubblica.(se non hanno musica)
– Attività ricreative.(se non hanno musica)
– Attività turistiche.
– Attività sportive, esclusi i motori e le armi da fuoco.
– Attività culturali e di spettacolo.(se non hanno musica)
– Palestre.(se non hanno musica)
– Stabilimenti balneari.(se non hanno musica)
– Agenzie di viaggio.
– Sale da gioco.(se non hanno musica)
– Attività di supporto alle imprese.
– Call center.
– Intermediazione monetaria, finanziaria, immobiliare e assicurativa.
– Informatica – software, informatica – house, informatica – internet point.
– Acconciatura, estetica, bellezza, massaggi, solarium, piercing e tatuaggi.
– Laboratori veterinari.
– Studi odontoiatrici e odontotecnici senza attività di analisi e ricerca.
– Ospedali, case o istituti di cura, con meno di 50 posti e senza laboratori.
– Lavanderie e stirerie.
– Attività di vendita al dettaglio di generi vari.
– Laboratori artigianali per la produzione di dolciumi, gelati, pane, biscotti.
– Laboratori artigianali per la produzione di prodotti alimentari freschi
– Laboratori artigianali per la conservazione o stagionatura di alimenti
– Macellerie sprovviste del reparto di macellazione.
– Laboratori di sartoria e abbigliamento senza lavaggi, tintura e finissaggio.
– Laboratori di oreficeria, argenteria, bigiotteria, orologeria.
– Liuteria.
– Laboratori di restauro artistico.
– Riparazione di beni di consumo.
– Ottici. fotografi, grafici.

Sono obbligate a presentare la Valutazione di Impatto Acustico ache le attività quali:

– ristoranti, pizzerie, trattorie, bar
– attività ricreative
– attività agrituristiche
– attività culturali e di spettacolo
– sale da gioco
– palestre
– stabilimenti balneari
che utilizzano impianti di diffusione sonora o che svolgono eventi con diffusione di musica o l’utilizzo di strumenti musicali.

Allo stesso tempo, a prescindere dalla distinzione di cui sopra, è fatto obbligo di presentare la valutazione di impatto acustico nel caso in cui detti limiti possano essere superati.